COP26

La COP26 sarà ospitata a Glasgow con la collaborazione dello stato italiano. Insieme alle istituzioni pubbliche, sono partner dell’organizzazione le compagnie del settore energetico NatWest Group, SSE, Scottish Power, il gruppo Sainsbury (che possiede anche un settore energia), le compagnie Hitachi (tecnologia), SKY (comunicazione) e BCG (consulenza su investimenti e conversioni ecologiche). 

 

La Pre-COP di Milano

La collaborazione con l’Italia prevede l’organizzazione a Milano della Pre-Cop, una riunione che si tiene in genere un mese prima della conferenza generale. Si tratta di una conferenza preparatoria a cui partecipa un numero ridotto di rappresentanti istituzionali e di cosiddetti rappresentanti di interesse, enti e imprese ritenuti importanti per la riduzione delle emissioni. Alla riunione partecipano anche i responsabili dei comitati e gruppi di lavoro della UNFCCC.

 

La COP giovani

Dal 28 al 30 settembre si terrà a Milano anche un’altra delle conferenze preparatorie all’incontro di Glasgow chiamata Young Summit. Circa 400 giovani tra i 18 e i 29 anni, appartenenti ai 197 paesi che aderiscono alla conferenza, si incontreranno per discutere di possibili proposte da sottoporre alla discussione delle conferenza sul clima. I primi due giorni saranno dedicati ai diversi gruppi di lavoro e il terzo all’incontro con i ministri presenti alla Pre-COP di Milano.

 

Torna all’indice